L'Ora di Maria

L'Ora di Maria è un appuntamento mensile di preghiera che nasce nel 1949 con l'arrivo a Milano della statua della Vergine dei Poveri. Il 15 di ogni mese alle ore 15, per ricordare la prima apparizione della Madonna a Banneux (15 gennaio 1933) e anche a ricordo dell'arrivo degli Oblati di San Giuseppe alle Case minime di Baggio (15 ottobre 1945), i devoti si riuniscono in preghiera.

L'adorazione, il canto, la riconciliazione, il saluto alla Vergine, la recita del santo rosario, la benedizione trovano il culmine nell'Eucaristia, dove la Parola diventa Pane spezzato. Una particolare attenzione viene rivolta all'intercessione per tutti gli aderenti al Movimento, per gli ammalati e per quanti si raccomandano alle nostre preghiere. In questo giorno di grazia la Vergine dei Poveri raccoglie i suoi figli per accompagnarli a Gesù sorgente di acqua viva.

Quest'anno nella preghiera mariana dell'Ora di Maria ripercorriamo alcuni momenti dell'apparizione con questo schema. Come Mariette, uscendo in giardino la sera, si metteva in preghiera con il rosario, così anche noi recitiamo le prime due decine in questo stesso atteggiamento di attesa, invocando in modo particolare la pace. Inizia, poi, con il canto delle litanie alla Vergine dei Poveri, la processione con lo stendardo. Riprendiamo il rosario fermandoci per tre volte a ogni decina successiva, per rivivere il cammino che la Bella Signora ha fatto fare a Mariette con le soste lungo la strada prima di arrivare alla fonte. Giunti all'altare accogliamo Gesù Eucaristia, unica sorgente di grazia e ci soffermiamo dinanzi a lui aiutati da quattro momenti: l'adorazione, il riconoscere Gesù dono per tutte le nazioni, il ringraziamento ripensando all'invito fattoci dalla Bella Signora di pregare molto e poi l'intercessione perciò attraverso il canto litanico invochiamo dal Signore grazie particolari. Alla benedizione eucaristica fanno seguito le invocazioni alla Vergine dei Poveri. La celebrazione della santa Messa è il culmine del nostro appuntamento mensile termina col saluto alla Vergine dinanzi la statua donata dai minatori.































.